Descrizione impianti

DESCRIZIONE DEGLI IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE

L’erogazione del servizio di Vettoriamento, oggetto del Codice di Rete, è prestata da Prealpi Gas S.r.l. sulla propria rete di distribuzione locale.

La rete gestita da Prealpi Gas S.r.l. si estende su tutto il territorio dei Comuni di Busto Arsizio e Gallarate.

 

RETE DI BUSTO ARSIZIO

La rete di distribuzione, alimentata da n. 4 cabine REMI, è totalmente interconnessa e la sua estensione è del tipo magliato, ed è costituita interamente da tubazioni in acciaio di vario diametro (DN 40 ÷ 300).

La società dispone di un moderno sistema di telecontrollo delle cabine REMI, che consente il monitoraggio delle condizioni di erogazione, l’idoneità delle pressioni e delle temperature e dell’odorizzazione. La distribuzione delle pressioni di rete è simulata da specifico software, il quale, in caso di richieste di particolare entità, può verificare l’impatto e conseguentemente confermarne o meno l’allacciabilità.

Le informazioni caratterizzanti l’impianto di distribuzione di Busto Arsizio gestito da Prealpi Gas S.r.l. sono contenute in idonea documentazione che è resa disponibile presso la sede di Via M. Polo, 12 – Busto Arsizio.

La rete di distribuzione locale è composta da circa 349 Km. di rete, di cui circa 279 in bassa pressione.

Il gas naturale arriva dai metanodotti SNAM e transita attraverso 4 cabine di ricezione metano di 1° salto (REMI) di proprietà dell’Azienda. In corrispondenza di tali cabine viene realizzata una ulteriore riduzione della pressione (2° salto) per l’alimentazione della rete in media pressione, ed in alcune anche l’ulteriore riduzione della pressione per l’alimentazione della rete di bassa pressione  (20 mbar- 7^ specie).

Successivamente, attraverso oltre 30 cabine di riduzione denominate “di 3° salto” o “GRF”, generalmente realizzate in armadi metallici, il gas viene immesso nella rete di distribuzione a bassa pressione (20 mbar) sino a raggiungere direttamente i punti di erogazione che, tramite l’installazione di opportuni misuratori, alimentano i punti di Riconsegna. In taluni casi i punti di erogazione vengono serviti direttamente attraverso la rete in Media Pressione, mediante l’installazione di gruppi di riduzione dedicati. In questo caso la pressione di erogazione sarà di 200 mbar se servita da rete di M.P. alimentata a 0.5 bar ( 6^ specie), e 1 bar se servita da rete di M.P. alimentata a 5 bar  (5^ specie).

 

Le 4 cabine REMI , Punti di Consegna fisici della rete di distribuzione locale, indicate al paragrafo precedente, sono così identificate:

 

Cabina di primo salto n° 1     Via Marco Polo           cod. Remi 34345101

Cabina di primo salto n° 2     Via Della Vite              cod. Remi 34345102

Cabina di primo salto n° 3     Via Delle Brughiere    cod. Remi 34345103

Cabina di primo salto n° 4     Via Per Bienate          cod. Remi 34345104

 

Le 4 cabine Remi sono collegate fra di loro da una rete interconnessa e pertanto, ai fini del Vettoriamento, costituiscono un unico Punto di Consegna Virtuale identificato univocamente dal Trasportatore e dal Distributore  con il CODICE REMI 34345100 (City Gate).

 

POTERE CALORIFICO SUPERIORE CONVENZIONALE PER IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE

ai sensi dell’art. 22.4 della deliberazione ARERA ARG/gas 105/09

RIFERITO ALL’ANNO 2009

Impianto di DistribuzioneDenominazione ImpiantoPotere Calorifico Convenzionale

34345100BUSTO ARSIZIO0,038762 GJ/Stmc

Impianto di DistribuzioneCodice Identificativo del Punto di Riconsegna Snam Rete Gas

Denominazione ImpiantoDenominazione dell’Impianto

Potere Calorifico ConvenzionalePotere calorifico superiore convenzionale (P) annuale riferito all’impianto di distribuzione

 

 

Le cabine REMI rappresentano i punti di consegna del gas naturale da parte della Soc. di Trasporto (Snam Rete gas) alla Società di Distribuzione. Sono quindi i punti fisici di uscita dalla rete di trasporto nazionale e di entrata nella rete di distribuzione locale.

 

Le attività svolte in questi impianti possono essere così suddivise:

Processo di filtrazione del gas;

Processo di preriscaldo del gas;

Processo di riduzione della pressione del gas;

Processo di misura del gas;

Processo di odorizzazione del gas.

 

La gestione di questi processi comprende operazioni sostanzialmente riconducibili alle seguenti tipologie:

operazioni di conduzione programmata;

operazioni di manutenzione ordinaria programmata;

operazioni di manutenzione straordinaria.

 

Tutte queste tipologie sono strutturate nell’ambito delle procedure del Sistema Qualità UNI EN ISO 9001:2000  e Sicurezza OHSAS 18001:1999 Aziendale.

 

Ogni stazione REMI è dotata di una catena di misura cosiddetta “fiscale” del gas, che è completamente informatizzato: i segnali (4-20 mA) dei trasduttori arrivano al calcolatore che elabora, in tempo reale i dati e fornisce la portata istantanea in transito nella stazione.

 

La legge 1083/71 pone in capo al Distributore la responsabilità e l’onere della corretta odorizzazione del gas naturale distribuito. Ogni stazione REMI è dotata di un doppio impianto di odorizzazione: uno ad iniezione e l’altro a lambimento.

 

La qualità del gas distribuito sarà quello risultante dalla rilevazione periodica dei parametri di controllo di qualità effettuati dal Trasportatore.

 

Riferimenti normativi e legislativi

Legge 1083/dicembre 1971 “ Norme per la sicurezza dell’impiego del gas combustibile”

D.M. 24/11/1984 “Norme di sicurezza antincendio per il trasporto, la distribuzione, l’accumulo e l’utilizzazione del gas naturale con densità non superiore a 0,8.”

Norma UNI-CIG 9167/aprile 1998 “Impianti di ricezione e prima riduzione del gas naturale. Progettazione, costruzione e collaudo”.

Norma UNI-CIG 9571/maggio 1990 “Impianti di ricezione e prima riduzione del gas naturale. Conduzione e manutenzione”.

Norma UNI-CIG 10619/luglio 1997 “ Impianti di riduzione e misurazione del gas naturale funzionanti con pressione a monte massima di 12 bar per utilizzo industriale e assimilabile e per utilizzo civile con pressione a valle compresa tra 0,04 e 0,5 bar. Progettazione, costruzione, installazione e collaudo”.

Norma UNI-CIG  10702/giugno 1998 “Impianti di riduzione della pressione del gas funzionanti con pressione a monte compresa tra 0,04 e 12 bar. Conduzione e manutenzione”.

Norma UNI-CIG 9165/1987 Reti di distribuzione gas con pressione = 5 bar.

Norma UNI-CIG 9860/1998 Impianti di derivazione di utenza.

Norma UNI-CIG 9036/2001 Posa contatori.

L’accesso al servizio di vettoriamento sulla rete di distribuzione di Busto Arsizio è consentito in maniera imparziale ed a parità di condizioni a tutti i soggetti, persone fisiche o giuridiche, che soddisfino i requisiti esposti nei successivi paragrafi.

 

RETE DI GALLARATE

La rete gas primaria aziendale è alimentata ad alta pressione dalla rete dei metanodotti SNAM attraverso due punti di consegna nel Comune di Gallarate.

Ad ognuno dei punti di consegna corrisponde una cabina cosiddetta “di primo salto” in cui avviene la riduzione della pressione del gas dal valore di consegna della SNAM ad un valore di 3 bar e che alimenta la rete di trasporto a media pressione (lunga circa 34 Km).

Questa è costituita da dorsali a media pressione sulle quali sono posizionate circa 25 cabine di riduzione di pressione (40 tendendo conto anche dei GRI – “riduttori industriali”) dalle quali si diramano tubazioni a bassa pressione a servizio dell’utenza (per circa 200 Km); alcun utenze sono allacciate direttamente sulla rete a media pressione.

Gli impianti e la rete vengono controllati mediante un sistema di telecontrollo, con centrale operativa ubicata nella sede di Via Aleardi, 70 – Gallarate e periferiche collocate presso gli impianti; tramite questo sistema vengono trasmessi i dati relativi a pressione del gas, temperature del gas ed esterne, intervento dei sistemi di blocco, apertura delle porte degli impianti, ecc.

Le informazioni caratterizzanti l’impianto di distribuzione di Gallarate gestito da Prealpi Gas S.r.l. sono contenute in idonea documentazione che è resa disponibile presso la sede di Via Aleardi, 70 – Gallarate.

Le 2 cabine REMI, Punti di Consegna fisici della rete di distribuzione locale, indicate al paragrafo precedente, sono così identificate:

Cabina di primo salto n° 1     Via Filzi                       cod. Remi 34349501

Cabina di primo salto n° 2     Via per Besnate          cod. Remi 34349502

 

Le 2 cabine Remi sono collegate fra di loro da una rete interconnessa e pertanto, ai fini del Vettoriamento, costituiscono un unico Punto di Consegna Virtuale identificato univocamente dal Trasportatore e dal Distributore con il CODICE REMI 34349500 (City Gate).

 

POTERE CALORIFICO SUPERIORE CONVENZIONALE PER IMPIANTI DI DISTRIBUZIONE

ai sensi dell’art. 22.4 della deliberazione ARERA ARG/gas 105/09

RIFERITO ALL’ANNO 2009

Impianto di DistribuzioneDenominazione ImpiantoPotere Calorifico Convenzionale

34349500GALLARATE0,038719 GJ/Stmc

Impianto di DistribuzioneCodice Identificativo del Punto di Riconsegna Snam Rete Gas

Denominazione ImpiantoDenominazione dell’Impianto

Potere Calorifico ConvenzionalePotere calorifico superiore convenzionale (P) annuale riferito all’impianto di distribuzione

 

Le cabine REMI rappresentano i punti di consegna del gas naturale da parte della Soc. di Trasporto (Snam Rete gas) alla Società di Distribuzione. Sono quindi i punti fisici di uscita dalla rete di trasporto nazionale e di entrata nella rete di distribuzione locale.

 

Le attività svolte in questi impianti possono essere così suddivise:

Processo di filtrazione del gas;

Processo di preriscaldo del gas;

Processo di riduzione della pressione del gas;

Processo di misura del gas;

Processo di odorizzazione del gas.

 

La gestione di questi processi comprende operazioni sostanzialmente riconducibili alle seguenti tipologie:

operazioni di conduzione programmata;

operazioni di manutenzione ordinaria programmata;

operazioni di manutenzione straordinaria.

 

Tutte queste tipologie sono strutturate nell’ambito delle procedure del Sistema Qualità UNI EN ISO 9001:2000 e UNI EN ISO 14000.

 

Ogni stazione REMI è dotata di una catena di misura cosiddetta “fiscale” del gas, che è completamente informatizzato: i segnali (4-20 mA) dei trasduttori arrivano al calcolatore che elabora, in tempo reale i dati e fornisce la portata istantanea in transito nella stazione.

 

La legge 1083/71 pone in capo al Distributore la responsabilità e l’onere della corretta odorizzazione del gas naturale distribuito. Ogni stazione REMI è dotata di un doppio impianto di odorizzazione: uno ad iniezione e l’altro a lambimento.

 

La qualità del gas distribuito sarà quello risultante dalla rilevazione periodica dei parametri di controllo di qualità effettuati dal Trasportatore.

Riferimenti normativi e legislativi

Legge 1083/dicembre 1971 “ Norme per la sicurezza dell’impiego del gas combustibile”

D.M. 24/11/1984 “Norme di sicurezza antincendio per il trasporto, la distribuzione, l’accumulo e l’utilizzazione del gas naturale con densità non superiore a 0,8.”

Norma UNI-CIG 9167/aprile 1998 “Impianti di ricezione e prima riduzione del gas naturale. Progettazione, costruzione e collaudo”.

Norma UNI-CIG 9571/maggio 1990 “Impianti di ricezione e prima riduzione del gas naturale. Conduzione e manutenzione”.

Norma UNI-CIG 10619/luglio 1997 “ Impianti di riduzione e misurazione del gas naturale funzionanti con pressione a monte massima di 12 bar per utilizzo industriale e assimilabile e per utilizzo civile con pressione a valle compresa tra 0,04 e 0,5 bar. Progettazione, costruzione, installazione e collaudo”.

Norma UNI-CIG  10702/giugno 1998 “Impianti di riduzione della pressione del gas funzionanti con pressione a monte compresa tra 0,04 e 12 bar. Conduzione e manutenzione”.

Norma UNI-CIG 9165/1987 Reti di distribuzione gas con pressione = 5 bar.

Norma UNI-CIG 9860/1998 Impianti di derivazione di utenza.

Norma UNI-CIG 9036/2001 Posa contatori.

 

L’accesso al servizio di vettoriamento sulla rete di distribuzione è consentito in maniera imparziale ed a parità di condizioni a tutti i soggetti, persone fisiche o giuridiche, che soddisfino i requisiti richiesti dalle normative vigenti.